luglio

Sagra medievale di Monfestino

20 e 21 luglio

Monfestino - Serramazzoni (MO)

 La leggenda del Bucamante
Si narra che, in pieno Medio Evo, i signori di Monfestino, Guidubaldo e donna Elvira, avessero una bellissima figlia, Odina, la quale insieme alla sua dama di compagnia faceva spesso passeggiate nel bosco sottostante.
Un giorno, mentre la dama si riposava, Odina scese più in basso, verso il torrente, dove pascolava un gregge guidato da un incantevole pastorello: Titiro. Gli sguardi si incontrarono e si innamorarono. Si rividero spesso ma ben presto li scoprirono. Rinchiusero Odina nella torre del castello. Riuscì a fuggire per  ritrovarsi con Titiro. L'allarme venne dato e li cercarono. I due innamorati si sentirono perduti: il latrato dei cani, lo scalpitio dei cavalli sempre più vicino, li fecero
andare verso la grande cascata. Si abbracciarono stretti, gettandosi dall'alto, fra quelle acque scroscianti. Il loro peso formò una buca sotto la cascata... da qui
"BUCA DEGLI AMANTI", appunto BUCAMANTE. Ancora oggi, al Rio Bucamante, si percepisce la forza e la magia del loro amore: gli spiriti felici di Odina e
Titiro ci accompagnano, aleggiando fra le acque.
La frazione di Monfestino e il suo castello rappresentano la storia del territorio serramazzonese. Non si conosce l'epoca della sua costruzione. La fortificazione, per la sua posizione strategica, essendo posta su uno sperone che domina la sottostante pianura, quasi certamente costituiva un avamposto dello sbarramento difensivo del Castro Feroniano, mentre la parte inferiore assunse il nome di Terra della Balugola, divenendo proprietà della Chiesa di Modena che l'infeudò ad una Famiglia che dal luogo prese il nome: i Da Balugola. Il Feudo comprendeva: Farneta (oggi Riccò) dove avevano il castello i Balugola, Pazzano, Valle, Rocca S.Maria, Montagnana, Selva
 
Tale manifestazione viene rappresentata dalla rievocazione storica del periodo su indicato attraverso immagini reali di vita quotidiana, tramite il caratteristico mercato medioevale, con l’ausilio dei cantastorie e dei giullari, con gli armigeri ed i cavalieri, con le dame ed i commedianti, con il mangiafuoco e gli alchimisti, il tutto contornato dalla scenografia naturale del luogo, dai colori, dalle luci, dagli addobbi e dalle musiche.
 
E’ una festa per tutti coloro che amano rivivere, anche per un solo giorno,  la suddetta epoca medioevale.
 
Durante le due giornate il visitatore incontrerà, entrando nel borgo di Monfestino, il mercato medievale dove assisterà alle lavorazioni artigianali tipiche dell’epoca; proseguendo nella passeggiata raggiungerà il villaggio dei cavalieri, armati, balestrieri, arcieri.
Fino a notte fonda per le vie del borgo, nelle piazze, a ridosso delle mura del castello, aleggeranno le note musicali di strumenti tipici e all’improvviso i visitatori si troveranno coinvolti in momenti medievali di danze, giocolieri, giullari, mangiafuoco, duelli, sfide di abilità fra arcieri e balestrieri, cambi della guardia e ronde di armigeri.
I visitatori, inoltre, avranno la possibilità di consumare un lauto pranzo presso la Locanda dei Contrari allestita in stupendo scenario all’ombra di piante secolari o usufruendo dei punti di ristoro distribuiti nel borgo.
 
PROGRAMMA
Sabato 20
Ore 10,00
Apertura della festa
I villaggi prenderanno vita e il borgo di Monfestino si animerà rivivendo vari momenti di vita quotidiana medievale
Il castello aprirà le sue porte e sarà possibile visitarlo
Ore 21,00
A ridosso delle mura del Castello cuochi, servi e fanciulle omaggeranno, con leccornie degne di sovrano, i nobili alla tavola imbandita e i figuranti allieteranno loro la serata con recite, canti, danze, duelli, giochi.
ore 24,00
Chiusura della serata
 
Domenica 21
0re 9,45
Apertura della festa
I villaggi prenderanno vita e il borgo di Monfestino si animerà rivivendo vari momenti di vita quotidiana medievale
Il castello aprirà le sue porte e sarà possibile visitarlo
Ore 17,45
I villaggi prenderanno vita e il borgo di Monfestino si animerà rivivendo vari momenti di vita quotidiana medievale
Ore 23,00
Gran finale delle feste medievali 
Come arrivare
Informazioni